La nostra storia - Campo de' fiori

Vai ai contenuti
Campo de’ fiori è un periodico italiano di arte, cultura, spettacolo, attualità, edito dall’A.I.D.I. (Accademia Internazionale d’Italia). È stato fondato nel 2003 dal suo direttore editoriale Sandro Anselmi.

La passione di Sandro Anselmi per l’editoria lo aveva portato già in precedenza ad avere altre esperienze nel settore, quali la realizzazione dei periodici come Italia 2000, Europa 2000 e Noel, fino ad approdare alla realizzazione della rivista Campo de’ fiori.  Pubblica il primo numero in bianco e nero, composto da appena dodici pagine, nel marzo del 2003. La direzione responsabile venne affidata all’Avv. Luca De Santis, attualmente ancora in carica.
Sorpreso e soddisfatto dal successo, il direttore, a partire già dalla seconda pubblicazione del giugno 2003 decide di aumentare il numero delle pagine fino ad arrivare alle attuali 64.
In occasione del 5° anniversario dalla sua fondazione, nell’Aprile del 2008 vengo realizzate, contemporaneamente all’edizione classica, dei numeri speciali nominati “Edizione romana”.
Sono da subito numerosi i validi collaboratori che formano la squadra vincente, curando rubriche sempre nuove ed interessanti. Immediato successo riscuotono le vecchie foto pubblicate nella rubrica “Album dei ricordi”, che ancora oggi contraddistinguono la rivista. Il periodico, grazie all’adesione degli sponsor, da sempre unica fonte di sostentamento, diventa ben presto un mensile che dedica ampio spazio al sociale, ma anche all’arte, alla cultura, alle tradizioni locali ed all’attualità, cercando di non deludere mai le aspettative del sempre crescente pubblico che ne apprezza sempre più i contenuti, aspettando puntualmente ogni sua uscita. Tante sono le interviste esclusive a personaggi del mondo dello spettacolo, della cultura e dello sport e, seguendo la linea editoriale scelta dal direttore Anselmi, non trovano spazio articoli di carattere politico né polemici.
La distribuzione è stata gratuita fin dall’inizio, dapprima casa per casa a Civita Castellana (VT) e per le attività commerciali dei paesi limitrofi. Incentivato dal crescente consenso popolare, il direttore decide di aumentare la tiratura ed estendere il raggio d’azione, toccando tutto il Viterbese, la Sabina e Roma, scegliendo come punti di distribuzione teatri, ristoranti, centri culturali come università e biblioteche, studi professionali. Anche gli abbonati su tutto il territorio nazionale ed all’estero sono cresciuti a dismisura.
La tiratura media della rivista è di 10.000 copie mensili.
Proprio in qualità di testata giornalistica ormai affermata, Campo de’ fiori ha potuto partecipare in questi ultimi anni a manifestazioni artistiche e culturali mettendo in palio il proprio premio della stampa. Tra di esse: il Minifestival Città di Viterbo, il Premio di teatro amatoriale “Arco d’oro”, il Festival della Canzone Romana, il Roncio d’oro.
L’Associazione Accademia d’Italia, editrice della rivista, ha inoltre editato cinque volumi: “Il bullismo. Come riconoscerlo e combatterlo”, “Re per un anno”, “Identità e valore” e “La porta del futuro” tutti del Prof. Massimo Marsicola e “Un nobile brigante” di Augusto Stefanucci. Dal 2011, inoltre, realizza “Il calendario di Campo de’ fiori”, un calendario solidale destinato alla raccolta di fondi per associazioni di volontariato locale.
Sulla piattaforma sociale Facebook, la rivista ha una propria pagina dove è possibile tenersi continuamente aggiornati su tutte le novità e le iniziative della testata.



Campo de’ fiori rivista | Mensile di arte, cultura, spettacolo ed attualità | Reg. Trib.  VT n. 351 del 02/6/1989 | Iscr. R.O.C. n. 26255
Edito da ASSOCIAZIONE ACCADEMIA INTERNAZIONALE D’ITALIA (A.I.D.I.)
Sede legale: Via Giovanni XXIII, 59 | 01033 CIVITA CASTELLANA (VT) | P. Iva 01201660568
Torna ai contenuti | Torna al menu